Integrazione Sensoriale
Cosa e' ...
E' un percorso inconsapevole del cervello (avviene senza il pensiero come respirare). Organizza l'informazione proveniente dai sensi (Vista, Udito, Gusto, Olfatto, Movimento, Gravita', Posizione) da' significato a quello di cui si fa esperienza vagliando tutte le informazioni e scegliendo quelle su cui focalizzare l'attenzione (come ascoltare l'insegnante mentre spiega, ignorando, per es., il rumore del traffico) costruisce le fondamenta sottostanti l'apprendimento scolastico.
Quando inizia...
Inizia nell'utero quando il cervello del feto fa esperienza dei movimenti del corpo della madre. E' necessaria un'enorme quantita' di integrazione sensoriale per produrre il camminare a carponi o alzarsi in piedi, e questo accade nel primo anno di vita. Ogni bambino deve sviluppare l'integrazione sensoriale interagendo con gli oggetti nel mondo e adattando il suo corpo. I bambini sviluppano le capacita' attraverso il gioco che in seguito li aiutera' nello sviluppo di abilita' piu' complesse e nell'avere successo nelle sfide della vita.
Fino al settimo anno...
Il cervello e' innanzitutto una macchina di processazione sensoriale; questo significa che sente le cose e attribuisce dei significati partendo direttamente dalle sensazioni. Un bambino non ha molti pensieri astratti o idee riguardo le cose; un bambino e' piu' concentrato sul sentire le cose e a muovere il suo corpo in relazione a quelle sensazioni. Le sue risposte adattive sono piu' muscolari o motorie, che mentali. L'integrazione sensoriale che avviene nel muoversi, parlare e giocare e' la base per leggere, scrivere e avere un comportamento adeguato.
MUOVERSI-PARLARE-GIOCARE
LEGGERE-SCRIVERE-RAGIONARE
Se i Processi Sensori-Motori...
Se sono ben organizzati nei primi 7 anni di vita, il bambino avra' piu' facilita' in seguito nell'apprendere le abilita' mentali e sociali.
D. E. S.
I Disturbi nell'Elaborazione Sensoriale (DES), sono disordini nei quali gli input sensoriali non sono integrati ed organizzati appropriatamente nel cervello e possono produrre vari gradi di problemi nello sviluppo (sviluppo motorio grossolano e fine, conoscitivo, interpersonale, ecc. ), nell'apprendimento e nel comportamento. Questi disturbi sono caratterizzati da difficolta' del bambino a regolare il proprio comportamento, i propri processi fisiologici, sensoriali, attentivi, motori o affettivi e ha difficolta' ad organizzare uno stato di calma, di vigilanza o uno stato affettivo positivo. Spesso, i bambini con Disturbi nell'Elaborazione Sensoriale rientrano, in definizioni patologiche piu' specifiche quali:
D.S.A. (dist. specifici dell'apprendimento) dislessia, discalculia, disgrafia;
D.C.M. (dist. del controllo motorio) disprassia, disortografia, goffaggine e difficolta' motoria grossolana e fine;
A.D.H.D. Iper-attivita', dist. dell'attenzione, dist. del comportamento, eccesso di vivacita', dist. della concentrazione,etc.
AUTISMO Iper-responsivita' e/o Ipo-responsivita', dist del comportamento, rigidita', tendenza all'isolamento, aggressivita', etc.
Sito in costruzione, saremo on-line a breve...